© 2019  by FRANCESCA CORRADO

Elogio del Fallimento (Best Seller Amazon,2019)         Il Fallimento è rivoluzione (Seconda ristampa)

"Il fallimento non è mai piacevole ma è una possibilità da contemplare. E, se accade, ci può offrire l’opportunità di reinventarci, di costruire nuove opportunità d’azione, di scoprirci disponibili ad altro, di lavorare su cose audaci e grandiose. Ci dà l’occasione di misurare i nostri limiti e di andare oltre gli ostacoli".

                                                                                       Francesca Corrado


 - Sbagliando, s’impara. Quante volte ce l’hanno ripetuto da bambini? È così che abbiamo mosso i primi passi, che abbiamo iniziato a parlare e ad andare in bicicletta. Eppure da adulti tendiamo a considerare l’errore come un vicolo cieco e a vivere il fallimento con ansia e frustrazione. Francesca Corrado, fondatrice della prima Scuola di Fallimento in Italia, riporta in questo libro le sue lezioni per insegnarci che occorre accettare l’errore come elemento essenziale per la scoperta di sé, dei propri limiti e dei propri talenti. In un percorso semplice e pratico, scopriamo come sfruttare gli sbagli, sdrammatizzarli e usarli a nostro favore. Un metodo che sta aiutando studenti, manager, imprenditori per accettare,  condividere e trasformare gli errori in opportunità - .

Il Fallimento è rivoluzione non è solo un libro, ma è un progetto che nasce dal desiderio, condiviso con l’editore, di mettere a disposizione delle persone e delle imprese idee, risorse e strumenti per guardare l’errore e il fallimento da una prospettiva diversa.
In questi anni, infatti, ho rielaborato molte delle discipline che insegno da tempo e le ho combinate in modo unico e innovativo. Il percorso prende spunto dalla mia esperienza personale e dal mio percorso professionale e formativo, attingendo alle ultime ricerche nel campo delle neuroscienze e della psicologia, del gioco, del teatro e dello sport. Questa combinazione di prospettive, che è alla base della Scuola di fallimento, porta a utilizzare entrambi gli emisferi del cervello in modo sinergico, a risvegliare la capacità di pensiero innovativo, creativo e di problem solving.

Questo libro è pensato in particolare per tutti coloro, donne e uomini, che hanno intrapreso un percorso, ma hanno deciso di non proseguirlo per paura di non ultimarlo; per quelli che, pur consapevoli che sbagliando si impara, sono avversi al rischio e timorosi dei cambiamenti; per chi non riesce a mettersi in gioco perché teme il giudizio altrui. Ed è pensato per le persone curiose. Si definisce «curiosa» una persona che si prende cura di qualcosa, che vuol sapere, indagare, conoscere. È una parola che amo particolarmente, perché curiosità è anche stranezza, bizzarria, singolarità, cosa fuori dalla norma: proprio come consideriamo fuori dall’ordinario gli errori e i fallimenti. Leggendo le pagine che seguono ciascuno può trovare suggestioni e risorse da mettere in pratica nella propria vita personale e professionale, scoprendo i propri errori sistematici e una diversa prospettiva attraverso la quale guardare se stesso e il mondo.